Certificato Medico Sportivo: Abolito L’obbligo Per I Bimbi Da 0 A 6 Anni
Certificato medico sportivo: abolito l’obbligo per i bimbi da 0 a 6 anni
Eliminato l’obbligo del certificato medico per la pratica dell’attività sportiva in età prescolare. A stabilirlo…

Certificato medico sportivo: abolito l’obbligo per i bimbi da 0 a 6 anni

Eliminato l’obbligo del certificato medico per la pratica dell’attività sportiva in età prescolare. A stabilirlo un decreto che porta le firme del ministro alla Salute, Beatrice Lorenzin, e di quello allo Sport, Luca Lotti. Considerando “l’attività sportiva in età prescolare dei bambini di età compresa tra 0 e 6 anni quale attività sportiva non soggetta ad obbligo di certificazione”, in tal senso si era già espresso il tavolo in materia di medicina dello sport.

Il decreto sancisce dunque che “non sono sottoposti ad obbligo di certificazione medica, per l’esercizio dell’attività sportiva in età prescolare, i bambini di età compresa tra O e 6 anni, ad eccezione dei casi specifici indicati dal pediatra”.

Già nel 2015 la Federazione Medici Pediatri segnalò “la necessità di escludere dall’obbligo della certificazione medica l’attività sportiva per la fascia di età compresa tra O e 6 anni, al fine di promuovere l’attività fisica organizzata dei bambini, di facilitare l’approccio all’attività motoria costante fin dai primi anni di vita, di favorire un corretto modello di comportamento, nonché di non gravare i cittadini ed il Servizio sanitario nazionale di ulteriori onerosi accertamenti e certificazioni”.

Il Meeting Latina SporTogether Per Promuovere L’inclusione Tra I Giovani
Il Meeting Latina SporTogether per promuovere l’inclusione tra i giovani
Anche quest'anno la settima edizione del Meeting Latina SporTogether organizzato dalla ASD Alma Sport ha…

Il Meeting Latina SporTogether per promuovere l’inclusione tra i giovani

Anche quest’anno la settima edizione del Meeting Latina SporTogether organizzato dalla ASD Alma Sport ha conseguito un’enorme successo. La manifestazione, che mira a promuovere una corretta inclusione tra giovani con disabilità intellettiva e relazionale ed atleti e volontari normodotati ha visto la partecipazione Delle giocatrici del us latina calcio femminile e degli studenti dell’Istituto GB grassi quali volontari che insieme alle atlete ed atleti della diaphorà, della nuova era, dell’Alma sport hanno dato vita ad un intenso ed emozionante pomeriggio di gioia, divertimento e di vera passione sportiva. Tutti i partecipanti hanno condiviso un toccante momento nel ricordare proprio all’interno della circostanza più gratificante per tutti i giocatori, ossia le premiazioni, un minuto di raccoglimento dedicato a tre amici che ci hanno lasciato prematuramente: Eugenio Mucci, Lyes Kassou, Gianluca Panigutti. Il successo dell’evento è stato contraddistinto dal coinvolgimento attivo di alcuni genitori che sono stati “allenatori per un giorno” impegnandosi a sostenere ed a guidare con i propri consigli ed il proprio entusiasmo i giocatori del torneo.

Grazie ragazzi ci rivediamo il prossimo anno.

Latina Sportogether 2017 2 200×187
Latina-Sportogether-2017-2-200×187
US-FEMMINILE-LATINA-CALCIO-200×187
Latina Sportogether 2017 2 200×187 US FEMMINILE LATINA CALCIO 200×187

Il Meeting Libertas Latina SporTogether 2017: inclusione, pari opportunità e divertimento

Nonostante il  mondo del calcio–spettacolo ci offra un’immagine fatta di stipendi milionari ed estenuanti ed effimeri dibattiti radiofonici o sui giornali su presunti torti arbitrali, su contrasti od incomprensioni tra giocatori ed allenatori o presidenti e sulle cosiddette “bombe” del calciomercato senza fine, ebbene, fortunatamente, ci sono ancora occasioni in cui il calcio è ancora uno sport ed, ancora meglio, riesce ad essere vissuto come un giuoco, ossia un’occasione per condividere passione e divertimento, superando qualsiasi esasperazioni agonistiche.

Una di queste è stata certamente l’edizione 2017 del Meeting Libertas Latina SporTogether, svoltosi domenica 21 maggio, presso il Centro Sportivo Polifunzionale “G. Morgagni” a Borgo Grappa (Fraz. di Latina), all’interno della più ampia Festa dello Sport, in cui questo torneo di calcio a 5 è riuscito a coniugare passione sportiva, competenza tecnica, rispetto reciproco e solidarietà.

Quest’anno, infatti, rinnovando e proseguendo con emozionata gratitudine la sinergica e proficua collaborazione, che ha dato origine a tale manifestazione grazie alla caparbia volontà ed al sostegno assicurato nel corso degli anni  dall’indimenticabile e compianto Presidente Rino Molina, gli organizzatori dell’A.S.D. Alma Sport ed i dirigenti del C.P.S. Libertas di Latina hanno deciso di promuovere in questa circostanza un divertente ed intenso torneo di calcio a 5 integrato, cioè con squadre composto da giocatrici dell’U.S. Latina Calcio Femminile e da atleti/e con disabilità intellettiva e relazionale delle Associazioni Sportive Diaphorà, Nuova Era ed Alma Sport.

Il Presidente del C.P.S. Libertas, Prof. Alfonso Masullo sul meeting:

“ogni anno il Meeting Latina SporTogether intende rappresentare non solo un consolidato e prestigioso appuntamento sportivo pontino per alcune categorie di atleti/e, troppo spesso posti ai margini delle esperienze sportive più tradizionali, bensì desidera narrare esperienze di vita e porre in evidenza come attraverso lo sport sia possibile far riconoscere tali occasioni come spazi di naturale crescita democratica e consolidare modelli educativi e comportamentali, in grado di favorire l’armonico sviluppo psico-motorio di ogni persona e di concorrere a costruire una società più equa e solidale”.

Il Meeting, iniziato con una tradizionale sfilata dei partecipanti con i vessilli dell’Italia e della Libertas e con il Canto degli Italiani eseguito con emozione da tutti i presenti, è stato coordinato dalla Responsabile Tecnica per il Calcio dell’A.s.d. Alma Sport, Claudia Silvi, che ha composto 4 squadre, selezionando i giocatori tra le diverse società sportive partecipanti, in modo tale che i team fossero costituiti in maniera equilibrata da giocatrici del Latina Calcio e da atleti/e con disabilità intellettiva, che hanno dovuto acquisire immediata confidenza tra loro, non avendo quasi mai giocato prima insieme.

Inoltre, altra novità educativa e, se ci è permesso l’ardire, pedagogica lè stata quella della figura di “allenatore per un giorno”, in cui un genitore per ciascun sodalizio partecipante ha “indossato” la maglia di trainer per guidare e gestire le strategie di gioco ed i cambi di giocatori durante le partite. Il Presidente Masullo ci racconta:

“con tale iniziativa si è inteso offrire ad alcuni genitori, che affrontano spesso molteplici sacrifici per assicurare ai propri figli l’opportunità di praticare le passioni sportive più diverse, di vivere in maniera particolare tale evento, comprendendo in qualche modo la responsabilità e l’importanza educativa prima che tecnica del ruolo dell’allenatore, cercando così di far comprendere come il tecnico possa essere considerato a pieno un collaboratore educativo essenziale per favorire insieme a loro la corretta crescita psico-motoria e concorrere ad una equilibrata e piena affermazione della personalità dei propri figli”.

Quindi le quattro squadre guidate da mamma Stefania e dai papà Giacomo, Elio e Lello si sono affrontate in questo torneo dando vita a partite molto vivaci ed intense, sotto il vigile controllo “dell’arbitro per un giorno” Marino Polidori, Direttore Sportivo dell’A.s.d. Alma Sport, coadiuvato quale guardialinea dalla “mascotte” del Meeting Giovanni Masullo. Anche quest’anno, come è ormai tradizione dell’attività sportiva integrata, si è potuto apprezzare lo sforzo dei giocatori e delle giocatrici in campo, che si sono reciprocamente aiutati per poter far esprimere al meglio le abilità tecniche di ciascuno di loro, finalizzate per permettere agli atleti e atlete con disabilità intellettiva e relazionale di trovarsi nelle condizioni migliori per tirare in porta e cercare di segnare più goal degli avversari. Nei vari incontri, infatti, si è potuto osservare leali contrasti di gioco, cross, dribbling, colpi di tacco ed anche qualche “cucchiaio”, in modo tale che i componenti dei vari team hanno dimostrato di essersi relazionati tra loro con estrema naturalezza e, cosa a nostro parere importante, si è superato anche qualche pregiudizio sul calcio femminile, dato che le giocatrici del Latina Calcio hanno evidenziato le proprie ottime capacità atletiche e le rispettive personalità umane e solidali, miste in un’armonica ed elegante femminilità.

Tutto ciò ha arricchito notevolmente l’impegno sul campo delle squadre sostenuto dal vivace tifo dei familiari e degli spettatori presenti, che ha più volte sottolineato con fragorosi applausi ed entusiasmo alcune giocate molto interessanti ed, ovviamente, i tiri in porta, sia che entrassero nella rete sia che colpissero il palo o uscissero di poco a i lati della porta.

Al termine di ben quasi tre ore di gioco, il Meeting Latina SporTogether si è concluso con una ricca premiazione di tutti i partecipanti, che per gratificare l’impegno profuso hanno ricevuto dalle mani del Presidente del C.P.S. Libertas di Latina, Alfonso Masullo, medaglie d’oro, d’argento e bronzo, secondo la classifica appositamente stilata in base ai risultati conseguiti, insieme ad alcuni gadget offerti dalle giocatrici del Latina Calcio e da alcuni sponsor organizzativi.

I sorrisi, gli sguardi, la freschezza e la naturalezza delle giocatrici e dei giocatori hanno fatto quasi dimenticare le oggettive differenti capacità psico-motorie, perché anche quest’anno, quindi, il Meeting Latina SporTogether 2017 ha offerto a tutti, giocatori, giocatrici, “allenatori per un giorno”, genitori, familiari e spettatori il piacere di trascorrere una gioiosa giornata di sport “giuocando insieme a calcetto”, come è definito dalla F.I.G.C., cosa spesso dimenticata o svilita da dirigenti, tecnici, atleti di maggior livello e da troppi tifosi esagitati.

Complimenti per aver “giuocato” insieme a noi, grazie per le emozioni regalate ed arrivederci all’edizione 2018.

 

A Latina Scendono In Campo Gli Atleti Per I Campionati Provinciali Di Badminton Targati Libertas
A Latina scendono in campo gli atleti per i Campionati Provinciali di Badminton targati Libertas
Lunedì 23 aprile 2017 si sono svolte preso la palestra della Scuola Corradini di Latina…

A Latina scendono in campo gli atleti per i Campionati Provinciali di Badminton targati Libertas

Lunedì 23 aprile 2017 si sono svolte preso la palestra della Scuola Corradini di Latina le fasi provinciali di Badminton targato Libertas, valevoli per le qualificazioni alle fasi regionali e ai campionati nazionali Libertas.

La manifestazione, organizzata dall’Asd Alma Sport Libertas di Latina, ha ospitato circa 20 partecipanti provenienti da tutta la provincia. Prove di Singolare, Doppio e Doppio Misto si sono susseguite in una giornata all’insegna dello sport e del divertimento. L’evento è stato curato tecnicamente da Marino Polidori, Responsabile Tecnico Provinciale di Badminton Libertas. Presenti anche il prof. Alfonso Masullo, delegato della Federazione Italiana di Badminton, e Gabriele Gentile, Consigliere provinciale Libertas.

Dal punto di vista sportivo si è nuovamente messa in luce Giulia Russo, neo campionessa provinciale che, grazie ad una gran bella prestazione, si è aggiudicata la prova singolare Femminile per la categoria Under 15. Argento invece per Elisa Dentice, seguita da Silvia Tenan in terza posizione.

La categoria Under 11 ha incoronato vincitore del singolare Giovanni Masullo, seguito da Simone Tenan e Martina Dentici. Per la categoria Under 17 invece si è imposto Alexsandru Dinculeana, mentre l’oro Under 19 è andato a John Ekram.

Da sottolineare il podio speciale per le atlete diversamente abili Roberta Materazzo, prima classificata, e Daniela Buonpadre, seconda.

Borgo Faiti (Latina): Al Via La Seconda Edizione Del Trofeo Libertas Giovani Samurai Edizione 2017 Di Judo
Borgo Faiti (Latina): al via la seconda edizione del Trofeo Libertas Giovani Samurai Edizione 2017 di Judo
Sabato 8 aprile 2017 presso il XII I.C.S. (Istituto Comprensivo) di BORGO FAITI (LT) si…

Borgo Faiti (Latina): al via la seconda edizione del Trofeo Libertas Giovani Samurai Edizione 2017 di Judo

Sabato 8 aprile 2017 presso il XII I.C.S. (Istituto Comprensivo) di BORGO FAITI (LT) si è svolta la seconda edizione del “ Trofeo Giovani Samurai” indetto dal Centro Provinciale Libertas di Latina. Il coordinamento tecnico dell’evento è stato affidato al Referente Provinciale per il Judo Libertas , Maestro Arcangelo Giarracca, mentre l’organizzazione dell’evento è stata curata dal Club Judo Arca di Latina guidata e splendidamente diretta dal Maestro V° Dan Franco Di Viccaro.  Presente all’evento in rappresentanza del movimento Libertas il Presidente Provinciale della Libertas di Latina, Prof. Alfonso Masullo che ha aperto e dato avvio alla manifestazione confermando quanto sia fondamentale creare opportunità di confronto sportivo sul territorio pontino facendo rete con realtà sportive provenienti da tutta la provincia e dal resto delle provincie della Regione.

Infatti si deve evidenziare che la prima gara del “secondo Trofeo di Pasqua Giovani Samurai 2017” ha visto la presenza di società sportive provenienti dalla provincia di Latina, di Frosinone e dalla provincia e città di Roma.

Il “ Trofeo Giovani Samurai” è la prima tappa di una serie di 4 competizioni sportive che saranno organizzate a latina nel corso del 2017.

Società Sportive partecipanti:

  • Arca Judo Club Latina (Maestro Franco Di Viccaro)
  • Judo Club Fondi, (Maestro Elio Paparello)
  • Fujiyama Terracina (Maestro Maurizio Muccitelli)
  • Musashi Team Terracina (Maestro Luciano Di Sauro)
  • Samurai Latina (Maestro Benemerito – Renato Argano)
  • Polisportiva Azzurra di Frosinone (Maestro Edoardo Savino)
  • Kodokan Nettuno (Maestri Ubaldo Volpi –  Gianni Serra)
  • ASD Menchella Club (Maestri Impero Menchella – Gianni Menchella)
  • Judo Shihan Sermoneta (Maestri Bruno Pecoraro – Galya Tomyak)
  • Arte del Judo (Maestro Walter Caracuzzi)
  • Gulliver 2000 (Maestro Gino Campisano)
  • Judo Ippon Latina (Maestro Sante Tamburro)
  • Libertas Indian Yoga Accademy (Maestro Francesco Barberi)

La sinergia tra le suddette realtà sportive ha permesso a molti sportivi delle categorie “bambini, fanciulli, ragazzi ed esordienti A” di dar prova delle loro abilità tecniche partecipando a prove di shiai organizzate in “Formula Gara“.

Un ringraziamento particolare va agli “Arbitri Federali” intervenuti per aver arbitrato con professionalità e competenza assicurando il rispetto dei regolamenti ma soprattutto garantendo il massimo principio di sportività e di rispetto tra gli atleti.

 

Con Il “1° Trofeo Rino Molina 2016” A Latina Si Celebra L’attività Di Un Grande Ed Impareggiabile Dirigente Sportivo
Con il “1° Trofeo Rino Molina 2016” a Latina si celebra l’attività di un grande ed impareggiabile dirigente sportivo
Domenica 11 dicembre 2016 presso la Palestra dell’Istituto Scolastico comprensivo di Borgo Faiti si è…

Con il “1° Trofeo Rino Molina 2016” a Latina si celebra l’attività di un grande ed impareggiabile dirigente sportivo

Domenica 11 dicembre 2016 presso la Palestra dell’Istituto Scolastico comprensivo di Borgo Faiti si è svolta la prima edizione del “Trofeo Rino Molina” di judo, evento conclusivo della stagione sportiva pontina di questa disciplina e che è stata l’occasione migliore per celebrare la memoria dello storico Presidente del C.P.S. Libertas Latina, improvvisamente scomparso lo scorso anno. Il rinnovato Consiglio Direttivo della Libertas di Latina, presieduto ora dal Prof. Alfonso Masullo, ha accolto con emozione di condividere con tutti gli appassionati del judo, disciplina estremamente amata dal compianto Presidente, l’organizzazione di un evento a Lui dedicato, non solo per esprimere a nome di tutti la gratitudine per l’impegno e la passione da Lui profuse nel sostenere e promuovere questa attività sportiva, in tutti gli anni di dirigenza e di maestro di judo nella Libertas, ma, soprattutto, per testimoniare tangibilmente gli importanti risultati conseguiti grazie a Lui. Il Presidente Masullo, dando il benvenuto a tutti i presenti, ha affermato che tale occasione ha rappresentato in maniera concreta e visibile a tutti l’impareggiabile eredità trasmessa dall’amico Rino e che si è deciso con consapevole responsabilità di ricevere e di consolidare per non disperdere il patrimonio culturale, educativo e sportivo raggiunto, che ha portato il judo pontino ad arricchire l’attività di tale disciplina all’interno delle molteplici esperienze nazionali della Libertas.
In particolar modo, è importante sottolineare come la gioia, l’entusiasmo e la caparbietà degli oltre 150 giovanissimi atleti ed atlete, dai  ai 16 anni, che si sono misurati sul tatami sostenuti da caloroso tifo dei propri genitori, familiari, amici e spettatori presenti, hanno costituito un’originale testimonianza per celebrare con serenità e vitalità l’insegnamento del maestro Rino Molina che sosteneva “come uno sportivo prima di tutto deve imparare ad essere un uomo” e, quindi, come ha affermato il Presidente Masullo “è responsabilità di ognuno di noi, dirigenti, tecnici e volontari nello sport, essere consci dell’enormi responsabilità educative che si hanno nei riguardi dei propri allievi, a cui insieme alle gestualità tecniche, è indispensabile insegnare e trasmettere anche il valore della dignità di sé stessi, del rispetto dovuto a sé stessi ed agli altri, dell’importanza di condividere principi ed ideali di solidarietà nei confronti di tutti indistintamente e di riconoscere l’importanza di accettare gli altri, perché quali educatori si sta concorrendo a costruire e consolidare la personalità di questi giovani, che costituiscono il futuro della nostra comunità. Infatti, nonostante la comprensibile emozione di molti presenti, questa manifestazione, organizzata dall’A.s.d. Judo Club Arca e supervisionata tecnicamente dal Maestro Arcangelo Giarracca, responsabile provinciale Libertas di disciplina, ha visto la partecipazione delle seguenti prestigiose realtà sportive laziali, che non hanno voluto mancare a tale riconoscimento dell’incredibile sforzo tecnico ed organizzativo  nel judo di Rino Molina: oltre al Judi Club Arca, hanno preso parte la Pol. Azzurra di Frosinone, il Samurai Latina, il Kodokan Anzio, il Judo di Fondi, l’Arte del judo di Fondi, il Judo Shion di Sermoneta, l’A.s.d. Musashi di Terracina e l’Appia Sport di Terracina.

Il prestigio dell’evento è stato arricchito dalla presenza del Delegato Provinciale del C.O.N.I., Fabrizio Malgari, dal Governatore dell’Area 11 del Panathlon Interational Club,  Massimo Zichi, dal Presidente del Panathlon International Club di Latina,  Gervasio Marini, dall’Assessore allo Sport del Comune di Sezze Enzo Eramo e da funzionari e dirigenti dell’Amministrazione Comunale di Latina. Durante la consegna delle medaglie e di un zainetto, offerto dallo sponsor dell’evento Play App Store, agli atleti/e per gratificare il loro impegno posto nelle intense e coinvolgenti performance della giornata, il Prof. Masullo a nome e per conto del Presidente Nazionale Libertas, Dott. Luigi Musacchia, ha donato una targa alla Famiglia Molina, rappresentata dalla vedova, Sig.ra Annarosa Gravina, e dalla figlia, Sig.ra Roberta, ed a nome di tutti le ha invitate a rimanere alla Libertas di Latina, per sostenere il proseguimento del cammino segnato dal compianto Rino. Questa 1° edizione del Trofeo Rino Molina, certamente, non è stata vissuta come il rammaricato termine della presenza di qualcuno, bensì ha rappresentato una tappa ricca di emozione e pathos, per le comprensibili circostanze, di un percorso quotidianamente in evoluzione, che si svilupperà nel corso dei prossimi anni ed attraverso il quale sarà possibile coltivare e far emergere i promettenti risultati delle iniziative, dei progetti e dei sogni di un uomo e di un dirigente sportivo, che ha saputo farsi amare, apprezzare, stimare e che dalla Casa del Padre, per chi come noi condivide la sua fede, saprà essere sempre presente accanto a chi come il Prof. Masullo, i Consiglieri del Comitato di Latina e tutti i dirigenti e tecnici di Latina hanno deciso di raccogliere tale impareggiabile eredità, che già solo oggi costituisce un bellissimo e prezioso patrimonio per tutta la Libertas. Grazie Rino!!!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie di Google Analytics per monitorare le visite e per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o se clicchi su "Accetto" permetti il loro utilizzo.

Chiudi